Pisogne (BS)

Loc. Fraine

 Chiesa parrocchiale S. Lorenzo
ZONA 04 - ALTO SEBINO - "Sante Vincenza Gerosa e Bartolomea Capitanio"
ORGANO Tonoli Giovanni 1855

Informazioni generali
Edificio:
Chiesa parrocchiale S. Lorenzo
Costruttore:
Tonoli Giovanni (opus 69)
Anno:
1855
Trasmissione:
Meccanica
Ubicazione:
su cantoria, in presbiterio, in Cornu Evangelii
Restauri:
Chiminelli Gianluca (2004-2005) 
Accessori:
Combinazione Libera alla Lombarda- Terzamano

L'Organo della Parrocchiale di Fraine, costruito nel 1855 da Giovanni Tonoli, proprio nello stesso anno in cui completava quello monumentale del Duomo Nuovo, si trova su un'elegante cantoria lignea, con belle decorazioni a motivi musicali, posta in presbiterio e in cella a sottarco ricavata nel muro guarnita da uno splendido prospetto neoclassico con ricche dorature. Lo strumento sostituisce un precedente piccolo organo di impronta barocca, di Carlo Perolini, costruito nel 1759 e venduto alla comunità di Zone, dove tuttora rimane nella chiesetta di S. Cassiano. Le uniche alterazioni di un certo rilievo sono state l’aggiunta dei Campanelli, del Violino al posto del Cornetto primo, del Tremolo e la modifica della pedaliera con allungamento dei pedali e l’inserimento dei primi cromatici avvenuti nel 1895 da parte della ditta Ghidinelli Bianchetti e Facchetti.

Gravemente danneggiato da dissesti statici con cadute di ogni genere di calcinacci e rotture di ogni tipo, è stato sottoposto ad un radicale intervento di restauro nel 2004-2005 da parte di Gianluca Chiminelli di Darfo Boario Terme (Bs). Un rilievo tecnico perfetto è stato effettuato da Aurelio Sandal Marangoni.

Facciata composta da 21 canne in stagno fino appartenenti al Principale 8’ formanti tre cuspidi, impreziosita da eleganti festoni dorati. Le bocche sono allineate con labbro superiore a mitria. La canna maggiore è il RE1.

Unico grosso mantice a “lanterna” di recente realizzazione intorno agli anni sessanta del secolo scorso. E’ presente l’originale sistema di caricamento manuale a pompe a doppia alimentazione inventato da Tonoli e manubrio.

A corollario dei restauri è stato pubblicato un interessante volume, a cura di Flavio Dassenno, contenente oltre tutte le caratteristiche tecniche e la storia degli strumenti di Fraine (compreso il Perolini 1801del Santuario) notevoli documenti d'archivio e molte note e immagini del presente restauro. Il volume è a disposizione degli interessati presso la parrocchia

L'organo è stato inaugurato il 9 Agosto 2005 con un concerto eseguito dal M° Maffeis.

In occasione del restauro è stato stampato un corposo volume.

Disposizione fonica
Grande organo e Pedale
66 tasti (Do-1-La5) con controttava corta
18 pedali (Do1-La2) con ottava corta
Principale 16' B.
Principale 16' S.
Principale 8' B.
Principale 8' S.
Ottava 4' B.
Ottava 4' S.
Duodecima
Decimaquinta
Decimanona e Vigesimaseconda
Vigesimasesta e Nona
Trigesimaterza e Sesta
Quadrigesimaprima e Terza
Timballi
Tromboni 8'
Contrabbassi e Ottave
Campanelli
Corno da Caccia S.
Clarone B.
Tromba S.
Fagotto B.
Corno Inglese S.
Cornetto I° S.
Cornetto II° S.
Ottavino S.
Viola B.
Flutta S.
Violone B.
Voce Umana
Flauto in VIII° B.
Flauto in VIII° S.
Galleria fotografica